Dopo tanta didattica a distanza, che li ha innaturalmente separati tra di loro e dai loro insegnanti, è ricominciata in presenza la Scuola per i nostri ragazzi, che potranno di nuovo vedersi e gustare la gioia di intraprendere insieme la grande avventura della conoscenza. Gli ultimi due anni sono stati veramente duri per loro e per il personale docente, a tratti o per mesi interi privati della reciproca presenza, della socialità necessaria anche all’apprendere, costretti davanti allo schermo del computer, a casa, piuttosto che nel luogo deputato, un’aula scolastica.

Auguriamoci che tutto vada per il meglio, incrociamo le dita perché non ci siano più interruzioni, ostacoli, malumori e polemiche.

E anche per queste ragioni, che il 9 settembre u.s. si è tenuto un incontro presso la sede dell’Istituto Omnicomprensivo Vallescrivia,  con la partecipazione dei rappresentanti del Comitato “Io resto a scuola…a Isola” e delle Amministrazioni Comunali di Isola del Cantone, Ronco Scrivia e Vobbia, per provare a chiarire le inutili polemiche che hanno caratterizzato gli ultimi mesi, in merito alla riorganizzazione del primo ciclo scolastico (primaria e secondaria di primo grado) dell’ex Istituto Comprensivo di Ronco Scrivia, e più precisamente in relazione al plesso scolastico di Isola del Cantone.

E’ stato ribadito come già a partire dall’anno 2018, per contrastare il costante calo demografico della popolazione in età scolastica, ma soprattutto per tutelare il proficuo lavoro di collaborazione e formazione fatto sul territorio, si sia scelto di avviare il percorso di radicale trasformazione dell’offerta formativa dei diversi cicli scolastici, che ha portato alla nascita dell’Istituto Omnicomprensivo della Valle Scrivia, salvaguardando così, oltre che il mantenimento di un’Istituzione Scolastica Autonoma sul territorio, il mantenimento dei diversi plessi scolastici.

In tale occasione si è voluto ancora una volta rappresentare dettagliatamente, come la necessità di perseguire lo spostamento di parte della popolazione scolastica della Scuola Secondaria di I Grado di Isola del Cantone, sia stato pensato per salvaguardare e migliorare l’aspetto formativo-didattico dei ragazzi – e non per una fantomatica volontà di chiusura del plesso scolastico di Isola del Cantone che è destituita di ogni fondamento - anche alla luce delle preoccupazioni delle stesse famiglie, allarmate per l’eventuale formazione di un'unica pluriclasse (I/II/III) a Isola del Cantone per l’anno scolastico 2021/2022, in ragione delle poche iscrizioni legate al calo demografico.

Tutto questo, anche tenuto conto dell’impossibilità dell’Istituto di ottenere l’assegnazione di personale scolastico (ATA e docente) sulla base di richieste arbitrarie,  che non siano supportate da numeri oggettivi relativi alle iscrizioni nei diversi ordini di Scuola, e chi sostiene il contrario o non conosce il funzionamento dell’organizzazione scolastica o mente, sapendo di mentire. Problema comunque, quello delle iscrizioni, che non coinvolge solo i Comuni di Isola del Cantone, Ronco Scrivia e Vobbia e l’Istituto Omnicomprensivo Vallescrivia, ma che purtroppo riguarda l’intero comparto della nostra Regione, tanto che nell’Aggiornamento del Piano Metropolitano di Dimensionamento della Rete Scolastica e dell’Offerta Formativa - appena approvato dalla Città Metropolitana di Genova - è stato, tra l’altro, anche dato mandato agli Uffici di avviare un processo di confronto con gli interlocutori del territorio, per favorire una nuova revisione complessiva dell’offerta formativa, che possa anche perseguire l’aggregazione degli Istituti storicamente sotto il limite di 600 studenti (che avrebbe pertanto coinvolto l'ex IC di Ronco Scrivia) con altre Scuole dello stesso distretto e, possibilmente, dello stesso ordinamento o prevedendo riassegnazioni di indirizzi tra le scuole, in modo da mantenere una pluralità di Istituti di dimensioni medie.

Le Amministrazioni Comunali di Isola del Cantone, Ronco Scrivia e Vobbia e l’Istituto Omnicomprensivo Vallescrivia, hanno confermato e confermano pertanto, l’obiettivo di continuare nell’impegno di garantire sia il mantenimento e il rafforzamento della filiera formativa di continuità scolastica 0 – 19 anni ed un robusto curricolo verticale secondo i bisogni reali delle famiglie, nonché la migliore funzionalità dell’organizzazione e delle strutture scolastiche esistenti, anche tenendo conto dei problemi logistici legati al trasporto degli alunni, che le scelte organizzative vanno a determinare.

Resta comunque sottointesa, la disponibilità dell’Istituto Omnicomprensivo Vallescrivia e delle Amministrazioni Comunali di Isola del Cantone, Ronco Scrivia e Vobbia di definire ogni qual volta si ritenga necessario, opportuni momenti di confronto con le famiglie e la popolazione, per approfondire e conoscere meglio gli obiettivi e le proposte di valorizzazione e di crescita della filiera formativa di continuità scolastica, però nel rispetto reciproco dei ruoli e degli interlocutori, nonché delle diverse professionalità  impegnate nella crescita della nostra Comunità.

Una buona Scuola, accanto a una buona Famiglia, è quanto di meglio possiamo offrire ai nostri piccoli, ai nostri adolescenti, ai nostri giovani. Buona Scuola a tutti.

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.