“L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione” (art.1 della Costituzione italiana).

Non potremo scendere in piazza, non ci saranno bandiere, striscioni e cori e neppure il concertone quest’anno.

Ma il lavoro rimane il pilastro su cui si fonda la dignità di ogni cittadino: questa Festa del Lavoro, 1 maggio 2020, va celebrato con ancora più forza e convinzione, perché mai come quest’anno ci siamo resi conto dell’importanza del lavoro, della solidarietà e della comunanza sociale nelle nostre vite.

Buon Primo Maggio, uniti nel nome del diritto al lavoro vinceremo questa crisi.

ISTITUTO PRIMO LEVI

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.