In questo preciso periodo storico contrassegnato dal Coronavirus in Italia, il Dirigente Scolastico Nicolò Scialfa rivolge un pensiero a tutti gli alunni dell'Istituto Primo Levi, attraverso le parole del Dirigente Scolastico dell'Istituto Volta di Milano, Dott. Domenico Squillace. 

A tale pensiero si associa anche il Dirigente Scolastico reggente Prof. Renzo Ballantini.

Lettera agli studenti del Preside del Liceo Volta di Milano.

“La peste che il tribunale della sanità aveva temuto che potesse entrar con le bande alemanne nel milanese, c'era entrata davvero, come è noto; ed è noto parimente che non si fermò qui, ma invase e spopolò una buona parte d’Italia…..”

Le parole appena citate sono quelle che aprono il capitolo 31 dei Promessi sposi, capitolo che insieme al successivo è interamente dedicato all’epidemia di peste che si abbatté su Milano nel 1630.

Si tratta di un testo illuminante e di straordinaria modernità che vi consiglio di leggere con attenzione, specie in questi giorni così confusi.

Dentro quelle pagine c’è già tutto, la certezza della pericolosità degli stranieri, lo scontro violento tra le autorità, la ricerca spasmodica del cosiddetto paziente zero, il disprezzo per gli esperti, la caccia agli untori, le voci incontrollate, i rimedi più assurdi, la razzia dei beni di prima necessità, l’emergenza sanitaria….

In quelle pagine vi imbatterete fra l’altro in nomi che sicuramente conoscete frequentando le strade intorno al nostro Liceo che, non dimentichiamolo, sorge al centro di quello che era il lazzaretto di Milano: Ludovico Settala, Alessandro Tadino, Felice Casati per citarne alcuni.

Insomma più che dal romanzo del Manzoni quelle parole sembrano sbucate fuori dalle pagine di un giornale di oggi.

Cari ragazzi, niente di nuovo sotto il sole, mi verrebbe da dire, eppure la scuola chiusa mi impone di parlare.

La nostra è una di quelle istituzioni che con i suoi ritmi ed i suoi riti segna lo scorrere del tempo e l’ordinato svolgersi del vivere civile, non a caso la chiusura forzata delle scuole è qualcosa cui le autorità ricorrono in casi rari e veramente eccezionali.

Non sta a me valutare l’opportunità del provvedimento, non sono un esperto né fingo di esserlo, rispetto e mi fido delle autorità e ne osservo scrupolosamente le indicazioni, quello che voglio però dirvi è di mantenere il sangue freddo, di non lasciarvi trascinare dal delirio collettivo, di continuare - con le dovute precauzioni - a fare una vita normale. Approfittate di queste giornate per fare delle passeggiate, per leggere un buon libro, non c’è alcun motivo - se state bene - di restare chiusi in casa.

Non c’è alcun motivo per prendere d’assalto i supermercati e le farmacie, le mascherine lasciatele a chi è malato, servono solo a loro.

La velocità con cui una malattia può spostarsi da un capo all’altro del mondo è figlia del nostro tempo, non esistono muri che le possano fermare, secoli fa si spostavano ugualmente, solo un po’ più lentamente.

Uno dei rischi più grandi in vicende del genere, ce lo insegnano Manzoni e forse ancor più Boccaccio, è l’avvelenamento della vita sociale, dei rapporti umani, l’imbarbarimento del vivere civile.

L’istinto atavico quando ci si sente minacciati da un nemico invisibile è quello di vederlo ovunque, il pericolo è quello di guardare ad ogni nostro simile come ad una minaccia, come ad un potenziale aggressore.

Rispetto alle epidemie del XIV e del XVII secolo noi abbiamo dalla nostra parte la medicina moderna, non è poco credetemi, i suoi progressi, le sue certezze, usiamo il pensiero razionale di cui è figlia per preservare il bene più prezioso che possediamo, il nostro tessuto sociale, la nostra umanità.

Se non riusciremo a farlo la peste avrà vinto davvero.

Vi aspetto presto a scuola.

Domenico Squillace

 

Levi's got talent: ovvero, scoviamo i talenti nascosti nel nostro istituto.

Quest'anno abbiamo organizzato il primo talent della storia della nostra scuola: abbiamo chiesto ai ragazzi di cimentarsi con l'arte (musica, scrittura, produzione video) e proporre una propria interpretazione di grandi temi come la memoria, il clima, la solitudine.

Le iscrizioni sono numerose, ma sono ancora aperte per i ritardatari.

Se sei uno studente dell'IIS Primo Levi di Ronco Scrivia e desideri metterti alla prova, iscriviti subito via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Appuntamento Mercoledì 8 aprile alle 9,30 presso il cinema Columbia di Ronco Scrivia per le esibizioni, che saranno valutate da una giuria composta da docenti ed artisti e poi votate dal pubblico in sala.

Ospite d'onore: Matteo Acidoh Drazza, che si esibirà fuori concorso.

Vi aspettiamo numerosi!

Pubblichiamo qui i dati della Fondazione Eduscopio www.eduscopio.it relativi ai dati occupazionali post diploma per gli studenti dell'Istituto Primo Levi nell'anno 2019.

Il primo degli istituti tecnici per gli indirizzi economico e tecnologico a Genova è risultato essere l'IIS Primo Levi di Ronco Scrivia.

Spiccano i seguenti dati:

  • Indice di occupazione dei diplomati: 75%
  • Attesa per il primo contratto significativo: 180gg
  • Distanza media da casa del lavoro: 21 Km

Si allega la scheda con tutti i dati statistici relativi al nostro Istituto.

LA SEGRETERIA DIDATTICA

Sul portale di Eduscopio, www.eduscopio.it, è online dal 7 Novembre 2019 la classifica delle scuole italiane che meglio preparano per l’università o che danno più chance di trovare un impiego dopo il diploma.

Nelle tabelle riportate da Il Secolo XIX, le graduatorie genovesi a cominciare dagli istituti che hanno dato migliori risultati per quanto riguarda l’ingresso nel mercato del lavoro.

Il primo degli istituti tecnici per gli indirizzi economico e tecnologico è risultato essere l'IIS Primo Levi di Ronco Scrivia.

Un grande risultato, merito di tutto il collegio docenti e il personale ATA dell'Istituto.

Tra i professionali, settore Servizi, in vetta il Marco Polo, seguito dal Marsano e dal Bergese, e ancora per l’indirizzo Professionale, industria e artigianato, sul primo gradino del podio sale l’istituto Odero, seguito dal Gaslini Meucci e dal Liceti di Rapallo.

Articolo tratto da Il Secolo XIX del 7 Novembre 2019.

In allegato l'articolo sopra citato.

LA SEGRETERIA DIDATTICA

Con Amazon supporti l'IIS Primo Levi.

Partecipa a Un click per la Scuola, ed Amazon potrà donare il 2.5% della tua spesa alla nostra scuola.

A partire dal 28 agosto 2019 fino al 29 febbraio 2020, Amazon donerà alle scuole una percentuale di tutti gli acquisti (di prodotti venduti e spediti da Amazon) effettuati dai clienti che hanno aderito all'iniziativa.

La scuola potrà utilizzare il credito virtuale ricevuto per selezionare e ricevere gratuitamente attrezzature informatiche, materiale didattico e tutti i prodotti di cui la scuola ha bisogno scegliendo da un catalogo di oltre 1000 prodotti.

Come fare a sosterci:

1. Accedi al sito https://www.unclickperlascuola.it/

2. Esegui la login

3. Scegli l'IIS Primo Levi (selezionando in ordine regione, provincia, comune, tipo di scuola ed infine l'istituto).

Da quel momento, per ogni acquisto che effettuerai, Amazon donerà il 2,5% della spesa alla nostra scuola.

In allegato la Cartolina informativa per le famiglie.

LA SEGRETERIA DIDATTICA

In allegato, l'articolo tratto da "La Repubblica" di Giovedì 7 Novembre 2019 con l'intervista al Vicepreside prof. Eugenio Montaldo sui dati Eduscopio 2019 dove spicca l'IIS Primo Levi come primo istituto per indice di occupazione degli allievi post diploma in Liguria.

LA SEGRETERIA DIDATTICA

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.